Tutti i morti della caccia

Leggi tutto...La stagione venatoria è grosso modo a metà e l'Associazione Vittime della Caccia diffonde un primo bilancio degli incidenti, dal 1° settembre al 29 ottobre: 16 morti e 48 feriti. La Lombardia è in testa alla macabra classifica con 13 incidenti, di cui 5 mortali e 8 ferimenti. Segue il Piemonte con 7 incidenti di cui 3 mortali, poi il Veneto con 6 feriti e un morto. Inutile negarlo, tra i casi raccolti dalla consueta e scrupolosa rassegna stampa quelli che impressionano di più riguardano le persone colpite da proiettili vaganti mentre facevano tutt'altro. Sono quei 4 morti e i 14 feriti tra la gente comune che invitano, più degli incidenti tra i cacciatori, a riflettere sulla sicurezza di un'attività tanto criticata.

Sla: tante promesse, pochi fatti

Leggi tutto...Lo sciopero della fame come arma per convincere il Governo ad agire: è questa la soluzione estrema cui più di 70 malati affetti da malattie neuro-degenerative sono ricorsi per far capire ai politici quanto sia critica la loro situazione. Una scelta difficile per pazienti in condizioni di salute così precarie. Anche il deputato radicale Maria Antonietta Farina Coscioni, presidente onorario dell'Associazione Luca Coscioni, si è unita alla protesta con lo sciopero della fame. Di fronte al furore mediatico scatenatosi, il governo sembra capitolare, promettendo in extremis stanziamenti per la non autosufficienza inclusi nel ddl di stabilità. Ma i fatti raccontano, almeno in parte, un'altra storia. La lotta quotidiana dei malati affetti da Sla (sclerosi laterale amiotrofica) e altre patologie neuro-degenerative come la distrofia muscolare e sclerosi multipla, non sembra finire mai.

Del Piero accolto da eroe del nuovo mondo

Leggi tutto...Sydney Anche se erano «solo» 500 persone, Alessandro Del Piero, pur abituato a ben più folte platee, non è rimasto indifferente all'accoglienza riservatagli ieri mattina all'aeroporto di Sydney. È arrivato alle 10,20 circa, accompagnato dalla moglie Sonia, dai figli, dalla «tata» e da una ventina di valigie, ed è stato accolto come mai nessun calciatore (e comunque pochi sportivi) era mai stato accolto in Australia: da eroe.Quanto sia amato Del Piero a Sydney lo hanno dimostrato gli attestati di stima e i cori dei presenti, su tutti quelli dello «Juventus Club Sydney», che gli ha donato un simpatico canguro peluche (sulle spalle il numero 10). La maggior parte dei tifosi vestita di bianconero, anche se non mancavano le divise azzurre dei Blues Sky del Sydney Fc con il numero 10 dietro le spalle. 

Anche Ratzinger vuole la Tobin tax

Leggi tutto...ROMA - "Il Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace propone una tassazione delle transazioni, in modo particolare di certe transazioni, per motivi di giustizia sociale". Lo afferma, in un'intervista alla Radio Vaticana, l'arcivescovo Mario Toso, segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace. "Non si riesce a capire perchè gran parte del mondo economico, gran parte dell'economia reale, subiscano una forte tassazione mentre notevoli aree del mercato finanziario - in modo particolare quello che si dedica alle speculazioni finanziarie sregolate - non debba essere toccato dalla tassazione e non debba, anche questo mondo, contribuire alla realizzazione del bene comune", osserva il numero due di Giustizia e Pace, che ricorda che "pochi giorni fa, 11 Stati europei hanno deciso di incamminarsi verso la tassazione di alcune transazioni finanziarie". 

Easy Grave, un navigatore per cimiteri

Leggi tutto...A volte i cimiteri possono essere un labirinto di percorsi tortuosi, confusi, in apparenza tutti uguali. Per aiutare i visitatori a trovare quello giusto, Filiano Di Maria e Giovanni Capobianco dell'Università degli Studi del Molise hanno sviluppato Easy Grave, l'app che semplifica la ricerca del tragitto migliore fra l'ingresso del cimitero e una tomba, una sepoltura o una cappella. L'idea, spiegano gli sviluppatori del software, è nata al termine del corso di calcolo numerico da un gruppo di studenti che dovevano implementare una tesina per la parte pratica dell'esame. Il progetto iniziale però non è decollato, e allora Di Maria ne ha preso spunto, ampliandolo, per farne la sua tesi di laurea di informatica.

Venice calls for freedom

Leggi tutto...IT has long been regarded as the jewel of Italy and one of the world's most romantic cities. Now Venice, birthplace of Vivaldi and Casanova, could win independence as a sovereign republic ahead of ScotlandMembers of the regional assembly voted 42-18 last week for an unprecedented meeting to consider independence proposals by the Indipendenza Veneta party, following polls that suggest 80 per cent support for the plan. Speaking exclusively to the Sunday Express, the party's leader, Professor Lodovico Pizzati, said the region of Veneto, which boasts six million inhabitants, could free itself from the Italian yoke by next autumn. 

Obama, Romney e la scienza

Leggi tutto..."Più incendi, siccità e inondazioni non sono uno scherzo. Sono una minaccia per il futuro dei nostri figli. E alle prossime elezioni potrete fare qualcosa a riguardo." Le parole pronunciate da Barack Obama nel suo discorso alla Convention Democratica di Charlotte (North Carolina) dimostrano quanto le tematiche ambientali e scientifiche sembrano avere un ruolo rilevante nella corsa alla Casa Bianca. Anche Mitt Romney, d'altronde, era stato costretto ad affrontare questi temi durante il discorso in cui ha accettato la candidatura alle elezioni presidenziali. Il rivale di Obama aveva però scelto di affrontare il problema con una battuta, evitando così di esprimere un'opinione precisa su problemi di cui tanti nel suo partito (come il candidato vice presidente Paul Ryan) negano addirittura l'esistenza. Ma ecco quali sono le le posizioni dei due candidati su educazione ambiente, energia e investimenti alla ricerca. 

Arriva il condono per le trivelle

Leggi tutto...Non si ferma l'allarme trivelle nei fondali italiani. Potrebbero essere almeno 70 le piattaforme petrolifere a venire, per un totale di 29.700 km quadrati di mare, tra Adriatico centro meridionale, Canale di Sicilia, Ionio e golfo di Oristano. L'equivalente di una superficie più grande della Sicilia. È l'allarme lanciato da Greenpeace, Legambiente e Wwf Italia che nel corso del convegno "Trivelle d'Italia", organizzato ieri a Roma, hanno puntato il dito contro l'articolo 35 del decreto Cresci Italia (d.l. 83/2012), che darebbe il via libera a vecchie istanze di prospezione e ricerca in mare, bloccate nel 2010 perché troppo vicine alla costa o alle aree protette. Un vero e proprio "condono" a vantaggio delle compagnie petrolifere, lamentano le associazioni, che ora chiedono la cancellazione dell'art. 35 e un deciso cambio di rotta nella strategia energetica dell'attuale governo, ritenuta "azzardata per l'economia e per l'ambiente". 

La gonorrea negli Usa rischia di diventare incurabile

Leggi tutto...Il Centro per il Controllo e la Prevenzione degli Stati Uniti cambia politica sanitaria per la gestione della gonorrea, malattia trasmissibile sessualmente. La malattia, secondo i test effettuati in laboratorio, sta sviluppando una forte resistenza all'antibiotico più utilizzato, il SupraxPerciò resta un solo farmaco efficace per il trattamento, il ceftriaxone iniettabile usato in combinazione con due antibiotici per via orale. Gli esperti stanno chiedendo di limitare il trattamento con ceftriaxone per evitare che si sviluppi una resistenza, cosa che è già avvenuta molteplici volte con altri antibiotici. Nel frattempo ci potrebbe essere il tempo per sviluppare nuovi farmaci. Gli esperti hanno già deciso una profilassi per coloro che risultano resistenti al trattamento; si tratta di guarire completamente anche questi casi. Le nuove procedure sono necessarie perchè la minaccia peggiore è che la gonorrea diventi incurabile

I superstiti del Vajont: «Diritto a risarcimenti»

Leggi tutto...LONGARONE (Belluno)—Non c'è pace dalle parti del Vajont. Tutti i tentativi di «storicizzare» gli eventi, di renderli oggetto di celebrazione e anniversario, si scontrano fatalmente con la memoria «viva» di chi quella sera c'era e, con un po' di fortuna, ha portato a casa la pelle. E anche tutti gli sforzi per superare il conflitto fra chi c'era e chi non c'era, non hanno avuto fortuna. C'è chi non ha elaborato il trauma e che anzi suppone di essersi perciò ammalato. E ora chiede che lo Stato paghi il conto di un'esistenza difficile. «Numerosissimi, fra di noi - spiega la leader dei sopravvissuti, Micaela Coletti - quelli colpiti da carcinomi, forme gravi di tumore. E da frequenti e generalizzate anomalie comportamentali che spaziano dalla difficoltà nell'ingerire sorsi d'acqua ad attacchi di tachicardia o fenomeni di insonnia». Pertanto, «noi chiediamo - continua la Coletti - che a questi handicap, in tutti i sensi invalidanti, siano destinati dei risarcimenti». 

Bimbo 13 mesi operato a cervello con microcateteri da femore

Leggi tutto...PADOVA - Un bimbo di 13 mesi e' stato operato al cervello a Padova con microcateteri raggiunti dall'arteria femorale. Il piccolo era affetto da un'estesa fistola artero-venosa durale congenita che aveva causato alterazioni cerebrali, ritardando la normale maturazione del cervello. L'intervento in anestesia generale, condotto dal dott. Francesco Causin, direttore della Neuroradiologia Azienda Ospedaliera di Padova e dalla sua équipe, e' durato circa 3 ore. Attraverso 3 microcateteri di meno 1 millimetro ciascuno, entrati dall'arteria femorale della gamba destra con sottilissimi fili di platino microspirali (sempre di frazioni di millimetro), l'equipe medica ha raggiunto diversi punti della lesione ed e' riuscita a escludere completamente la malformazione. Cio' ha permesso il ripristino immediato del normale apporto di sangue al cervello. 

Un migliaio di persone in corteo sfila per l'indipendenza del Veneto

Leggi tutto...VENEZIA - Con la premessa che «il Veneto diventerà indipendente prima della Catalogna», un migliaio di persone si sono radunate sabato a Venezia, in Piazzale Roma, sotto le bandiere di «Indipendenza Veneta». In corteo si sono poi dirette, mentre erano in arrivo altri treni di militanti, verso il Sestiere di Dorsoduro e da lì raggiungeranno la Salute, di fronte a San Marco. Una delegazione attraverserà quindi in gondola il Canal Grande, con l'intenzione di andare a consegnare in Consiglio regionale una risoluzione finalizzata a «tutelare in ogni sede competente, nazionale e internazionale, il diritto del Popolo Veneto all'autodeterminazione». «Entriamo in Regione dalla porta principale, che è la porta acquea - ha detto il segretario di IV Lodovico Pizzati - oggi manifestano più persone per l'Indipendenza del Veneto che domani per il federalismo: seguiremo la via scozzese o, altrimenti, quella islandese di iniziativa popolare».

Debito pubblico da record

Leggi tutto...Debito pubblico record a giugno, le amministrazioni pubbliche raggiungono nel mese di giugno la spaventosa cifra di 1.972,9 miliardi, in aumento rispetto al mese precedente di ben 6,6 miliardi. A dichiararlo ci pensa la Banca d'Italia, che in una nota pubblicata sul sito specifica sia l'aumento sia il motivo di tale situazione che, in questo periodo così delicato, preoccupa e non poco. L'aumento del debito pubblico delle amministrazioni, dichiara la Banca d'Italia: " dovuto principalmente all'incremento delle disponibilità liquide detenute dal Tesoro (di 10,3 miliardi, a 46,1) e a scarti di emissione (1,7 miliardi), che hanno più che compensato l'avanzo di 5,4 miliardi registrato nel mese ". 

Indipendenza Veneta, raduno di Venezia sui media internazionali

Leggi tutto...Una bella giornata di sole, domani sabato 6 ottobre a Venezia; lo assicura il meteo. Un buon viatico, certo, per gli attivisti del partito "Indipendenza Veneta", che si ritroveranno alle 15 al ponte di Calatrava; poi, calle dopo calle e in corteo, raggiungeranno palazzo Ferro-Fini, sede del Consiglio regionale. Si tratta, secondo gli organizzatori, di sottoscrivere la Risoluzione che consentirà di indire un referendum per l'Indipendenza Veneta sotto la tutela dell'Unione Europea. Una consultazione popolare, cioè, svincolata dagli stretti margini della costituzione italiana ma ancorata, sempre secondo gli organizzatori, a norme internazionali cogenti che garantiscono il diritto di autodeterminazione. «Una volta che tutti avranno sottoscritto il documento che segnerà la storia della nuova Repubblica Veneta - fanno sapere dal partito - le nostre firme attraverseranno il Canal Grande verso la Regione Veneto». Comunque la si pensi, la vicenda è finita sul sito di uno storico quotidiano londinese, il Daily Telegraph

Diportisti in fuga dall'Italia, a rischio 10mila posti di lavoro

Leggi tutto...GENOVA - L'aumento dei controlli fiscali e del costo del carburante fa scappare le barche dai porti italiani. Lo afferma l'Osservatorio Nautico Nazionale dopo un'indagine sui 60 porti italiani piu' rappresentativi dell'offerta turistica. Secondo i dati dell'Onn non ci sono mai state cosi' poche barche in navigazione nel mese di luglio nei porti italiani; sono migliaia i posti di lavoro a rischio. Rispetto a luglio 2011, che pure e' stato un anno di forte crisi economica, la filiera turistico-nautica segna un decremento medio del 33% per quel che riguarda i transiti, ma nelle prime quattro regioni per numero di posti barca la media peggiora e si attesta al -48%. Il dato medio nazionale evidenza una contrazione del numero di posti stanziali pari al 26%, valore che scende ulteriormente al 33% per quanto riguarda i posti in transito. 

Venezia non cancella la Provincia Ma la decisione finale spetta al governo

Leggi tutto...BELLUNO — Temporaneo salvataggio per Palazzo Piloni. Lunedì la «Conferenza Regione- Autonomie locali», chiamata dal governo a un parere sul riassetto del territorio regionale, ha deciso di promuovere a pieni voti tutte le Provincie. Venezia è città metropolitana e le altre sei portano a casa la pelle. Per adesso. Perché il rischio è che mantenere lo status quo significhi dare carta bianca al governo, in ultimo a decidere quale ente gettare dalla torre. E poi le due «deroghe», quella per Rovigo e quella per Belluno, espressione di diverse «peculiarità », polesane e montane, rischiano di finire nel calderone di eccezioni che, con tutta probabilità, saranno richieste dai territori di mezza Italia all'esecutivo. Il più acceso è il consigliere regionale del Pd Sergio Reolon

Vietnam: poliziotta blogger sotto processo, madre si dà fuoco

Leggi tutto...HANOI - La madre di una ex poliziotta blogger sotto processo in Vietnam per "propaganda contro lo Stato" si è data fuoco per protesta ed è morta. "Era gravemente ferita ed è deceduta lungo la strada verso l'ospedale", ha riferito un prete vicino alla famiglia di Phong Tan, che comparirà di fronte al tribunale della città di Ho Chi Minh City la prossima settimana insieme con altri due bloggers. Ta Phong Tan, 43enne cattolica, era stata arrestata lo scorso settembre e tenuta in carcere insieme agli altri due per il reato di "distorsione della verità, attività denigratorie del partito e dello Stato" commesso postando decine di articoli di contenuto politico nel sito "Club dei liberi giornalisti" e scrivendo sui propri blog.

Il cancro uccide di più al Sud

Leggi tutto...Sono circa 1.000 i nuovi casi di tumore diagnosticati in Italia ogni giorno: in totale saranno 364.000 nel 2012, 4.000 in più rispetto all'anno precedente, ma le percentuali di guarigione stanno migliorando. È quanto emerge dall'indagine contenuta nel volume "I numeri del cancro in Italia 2012", realizzato dall'Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom), in collaborazione con l'Associazione Italiana Registri Tumori (Airtum), nell'ambito di un progetto che raccoglie con cadenza annuale le statistiche sulla diffusione delle neoplasie nel nostro paese. Il libro è stato presentato oggi all'auditorium del Ministero della Salute. 

Piratata la musica degli spot antipirateria

Leggi tutto...La musica degli spot antipirateria "Non ruberesti mai un'auto..." contenuti nei DVD di film e telefilm è davvero piratata: lo ha confermato il tribunale di Amsterdam, accogliendo l'istanza dell'autore, il musicista olandese Melchior Rietveldt. Il Disinformatico aveva segnalato il caso a dicembre 2011, quando era ancora un'accusa denunciata formalmente da Rietveldt; ora è arrivata la sentenza. Il musicista olandese aveva composto la musica per un festival del cinema svoltosi nel 2006, ma ha scoperto con sorpresa che le case cinematografiche l'avevano preso senza autorizzazione e soprattutto senza pagargli un soldo di diritti d'autore. Anzi, quando Rietveldt si era rivolto alla Buma/Stemra, l'agenzia di riscossione dei diritti olandese (paragonabile alla SUISA svizzera o alla SIAE italiana), era stato dapprima ignorato; poi uno dei membri del suo consiglio direttivo, Jochem Gerrits, titolare di una casa discografica, gli aveva detto che l'avrebbe aiutato se il musicista gli avesse ceduto il 33% dei diritti. Lo scandalo conseguente aveva portato alle dimissioni di Gerrits. 

Lamon al Trentino, la Camera dice no «Hanno fatto tutto per fermarci»

Leggi tutto...LAMON (Belluno)—Che sarebbe finita così, e cioè con un mesto ritorno del progetto di legge nelle sabbie mobili delle commissioni parlamentari, era nell'aria già lunedì scorso: nel primo round di discussione alla Camera dei deputati, il fronte del sì al passaggio di Lamon (Belluno) al Trentino ha iniziato a perdere colpi, e anzi è sembrato rafforzarsi il «cordone sanitario» che formazioni di peso come Pdl, Udc e Idv stavano confezionando per il paese bellunese e per le sue velleità separatiste. Martedì sera, era stato il deputato pidiellino Maurizio Paniz a chiarire la situazione. E Paniz è uno che conta: «Basta prendere in giro i lamonesi - aveva affermato - non se lo meritano. Manca la copertura finanziaria della legge costituzionale: le carte prenderanno la strada delle commissioni competenti». E così è avvenuto. Mercoledì alla Camera è bastata una decina di minuti. Il colpo da ko l'ha sferrato nei primi secondi il sottosegretario Saverio Ruperti, che ha chiesto, a nome del governo, di rinviare il disegno di legge costituzionale sul distacco del Comune di Lamon dal Veneto in commissione Bilancio, per «approfondimenti». 

Tav a Est, i privati in prima linea

Leggi tutto...Un anno fa era apparsa come una provocazione. Il tema del convegno del giugno 2011, «Obiettivo alta velocità: la Tav ce la facciamo da soli», era sembrato un po' sopra le righe. Ma i protagonisti di quell'evento, e cioè la Regione Veneto, l'Ance (associazione nazionale costruttori edili) e Confindustria Veneto non sono rimasti con le mani in mano. Perché ci sono problemi da affrontare e opportunità da cogliere. «È chiaro – ha affermato ieri il presidente di Confindustria Veneto Andrea Tomat, a margine del convegno, tenuto ieri a Mestre, "Infrastrutture del Nordest per l'Italia" – che da qualche anno a questa parte il Nordest in generale e il Veneto in particolare sono entrati in una fase nuova: quella dell'integrazione dell'Est europeo. Importanti zone del Vecchio Continente sono in moto; e perciò il nostro territorio non è più la periferia del mondo occidentale, ma luogo di collegamento con queste aree».

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per la profilazione e per migliorare l'esperienza di navigazione. Se non accetti l'utilizzo parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Per maggiorni informazioni leggi privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information