Comuni, la resa del Veneto. Sì alla fuga verso il Friuli

Leggi tutto...VENEZIA - A Sappada (Belluno) e a Cinto Caomaggiore (Venezia) ora ci credono davvero. Perché il passaggio di ieri, il del consiglio regionale veneto al trasferimento amministrativo dei due Comuni in Friuli Venezia Giulia (rispettivamente nelle province di Udine e Pordenone), parere non vincolante (per il Parlamento) ma richiesto dall'iter, sembra spianare la strada per una soluzione in tempi accettabili. Dopo consultazioni popolari, le Regioni coinvolte hanno detto di sì. E ieri era, per i due Comuni, l'ultimo tassello del percorso indoor: è finita quasi all'unanimità per Sappada (42 sì e un no, quello dell'assessore Elena Donazzan) e all'unanimità per Cinto Caomaggiore (36 sì su 36). 

Gigi Buffon vince. Almeno su Facebook

Leggi tutto...Tra i calciatori impegnati negli Europei di Polonia e Ucraina il più popolare su Facebook è il portiere Gigi Buffon, mentre Giorgio Chiellini spopola su Twitter e You Tube. A dirlo è Social Trend, l'applicazione web sviluppata dall'Istituto di informatica e telematica del Consiglio nazionale delle ricerche (Iit-Cnr) di Pisa in grado di stilare classifiche di popolarità, web reputation, influenza e attività su questi tre social media. "Social trend utilizza l'analisi dell'evoluzione temporale e algoritmi che rivelano picchi di variazioni di valori osservati, quali cambiamenti di popolarità, attività e influenza di profili, pagine e video dei personaggi o delle istituzioni più 'social' in Italia, Inghilterra, Stati Uniti, Francia e Germania. È in grado di trovare una correlazione cronologica con gli eventi che sono all'origine di tali variazioni: interviste, azioni, notizie pubblicate su quotidiani o siti", spiega Maurizio Tesconi, ricercatore dell'Iit-Cnr e autore dell'applicazione. 

Un farmaco per la prevenzione da Hiv

Leggi tutto...Non solo come terapia contro l'Hiv, ma anche come prevenzione. È il caso del Truvada, farmaco antiretrovirale finora utilizzato nel trattamento dell'infezione, che ora un panel di esperti dall'agenzia per la sicurezza alimentare e dei farmaci statunitense (FdA) ha giudicato essere adatto anche a scopi preventivi. Solo per alcune categorie di persone, però. E cioè i sex workers, coppie in cui uno dei partner sia sieropositivo che vogliono avere un figlio, e le donne nei paesi in via di sviluppo. Qui, infatti, spesso le mogli sono infettate dai propri mariti, a cui non riescono a imporre l'uso del preservativo, oppure sono vittime di stupri, soprattutto nelle aree che sono teatri di conflitti. Una decisione storica: è la prima volta che consulenti governativi statunitensi si esprimono a favore della terapia antiretrovirale preventiva. 

Stop a «Cortina Incontra». Chiude il salotto dell'estate

Leggi tutto...CORTINA D'AMPEZZO: Ci sono passati in tanti, in dieci anni, nello chalet dei Cisnetto's alle porte di Cortina. Vip, presunti vip, aspiranti vip, scrittori, filosofi, politici, giornalisti, sessuologi, fisici, ministri, esorcisti, criminologi, ambasciatori, magistrati, e tanti altri. Lo spaccato di una società presenzialista: tutti in fila, alla ricerca di un posto al sole. Perché "CortinaIncontra" era una macchina oliata, di tendenza. E, soprattutto, un'appendice estiva del Parlamento: si prestava alle cannonate di questo e di quel politico, che rimbalzavano il giorno dopo sulle pagine di tutti i giornali. Una formula astuta, d'accordo; ma funzionava bene. E invece la fabbrica della notorietà chiude baracca e burattini. 

Ecco come i laureati avrebbero speso i soldi dei rimborsi elettorali

Leggi tutto...Start up, imprenditoria giovanile, ricerca ma anche città più vivibili. Ecco come i laureati italiani avrebbero speso i soldi che i partiti si sono intascati attraverso i rimborsi elettorali. Abbiamo chiesto in un sondaggio ai laureati cosa avrebbero fatto con i 2,3 miliardi di euro "scippati" al nostro Paese dai partiti. Andando, di fatto, contro un referendum popolare, e affossando ancora di più le aspettative del nostro Paese. Il dato più clamoroso è che, in fase di crescita vicina o pari allo zero, avremmo potuto creare 46 mila posti di lavoro in 18 anni! 2,3 miliardi di euro. È questa la cifra stratosferica erogata ai partiti in 18 anni, dal 1994 ad oggi, sotto forma di rimborsi elettorali, strumento di arricchimento illecito dei partiti che ha abilmente preso il posto dei finanziamenti pubblici, aboliti con referendum nel 1993. 

Carte geologiche, mappato solo il 40% della Penisola

Leggi tutto...Per identificare le faglie, stimare la fattibilità delle infrastrutture, conoscere le risorse del sottosuolo: a questo servono le carte geologiche del territorio, quelle mappe che descrivono la composizione degli strati inferiori della terra e i processi geologici che hanno determinato la loro struttura. Purtroppo, quelle attualmente disponibili (l'ultima è stata presentata a Bologna il 14 giugno dal Dipartimento Difesa del Suolo e dal Servizio Geologico d'Italia) coprono soltanto il 40 per cento del territorio nazionale: per arrivare a una mappatura definitiva, secondo gli scienziati, servono ancora 200 milioni di euro. Che però non si trovano, come racconta il presidente dell'Istituto Superiore per la Prevenzione e la Ricerca Ambientale (Ispra) Bernardo de Bernardinis. 

La grande ascesa di Finmeccanica

Leggi tutto...Fondata nel 1948 per sostenere l'industria meccanica italiana, la società è oggi una multinazionale degli armamenti che dovrebbe rispondere di ogni sua mossa al governo italiano. Ma così non è.

Che impatto hanno le spese militari sulla nostra vita? Questa è una domanda che tendo a pormi molto spesso perché, contrariamente a quanto si possa credere, il settore della difesa è molto vicino al nostro vivere quotidiano. Basti pensare che le spese militari (1) sono finanziate tramite il gettito fiscale o tramite la creazione di debito; il risultato che ne consegue è un aggravio della pressione fiscale (per i contemporanei) o un peggioramento per le generazioni future (che con il debito estero italiano prima o poi dovranno fare i conti). 

Quanto paghiamo le fonti rinnovabili in Italia?

Leggi tutto...Nel nostro paese è in atto una "curiosa" controversia sugli incentivi alle fonti rinnovabili e fonti "assimilate". Gli incentivi alle fonti rinnovabili vengono pagate in bolletta dai consumatori con una voce chiamata CIP6, derivata dalla delibera del Comitato Interministeriale Prezzi, nella quale l'Italia ha inserito la definizione di "fonti assimilate". Oltre alle vere fonti rinnovabili vengono comprese: 1) impianti alimentati a calore recuperabile dai fumi di scarico e da impianti termici, elettrici o da processi industriali; 2) impianti che usano gli scarti di lavorazione o di processi e che utilizzano fonti fossili prodotte solo da giacimenti minori isolati; 3) termovalorizzatori

Trovato il punto G

Leggi tutto...Individuato, misurato e descritto nei minimi dettagli. L'organo del piacere femminile avrabbe la forma di un sacchetto e misurerebbe 8 millimetri.

Mettere la firma su una scoperta come questa è il sogno di ogni scienziato. Perché qui si tratta di avere individuato, misurato e descritto nei minimi dettagli uno degli oggetti più inseguiti ed elusivi della ricerca, sfuggito finora a ogni osservazione di laboratorio, pur avendo fornito innumerevoli prove della sua esistenza. Non parliamo del bosone di Higgs, miraggio dei fisici, ma di un suo equivalente nel campo della ginecologia e della sessuologia: il punto G, la leggendaria zona erogena femminile che si è convinti esista davvero senza sapere né dove si trovi, né come sia fatta. Ora, infatti, Adam Ostrzenzki, chirurgo plastico dell'Istituto di Ginecologia dell'Università di St. Petersburg in Florida, è convinto di avere risolto l'annoso dilemma.

Al-Quaeda, gli Usa eliminano il "numero 2"

Leggi tutto...PESHAWAR - Abu Yahya al-Libi, l'uomo considerato lo stratega di al-Qaeda e attuale 'numero 2' nella scala del comando dopo il medico egiziano, Ayman al-Zawahiri- e' rimasto ucciso nell'attacco di un drone Usa, nel nord del Pakistan. Lo hanno confermato fonti dell'amministrazione americana. Si tratta del colpo piu' incisivo alla 'rete del terrore', dopo l'uccisione di Osama bin Laden, nel raid del maggio 2011. Libi, un integralista libico con una laurea in chimica sfuggito finora a una serie di raid statunitensi, e' morto in un attacco sferrato all'alba di lunedi' a Hesokhel, ad est di Miranshah, capitale del nord Waziristan, la regione tribale al confine con l'Afghanistan roccaforte dell'estremismo islamico. A Islamabad, il ministro degli Esteri, ha fortemente condannato il raid definendolo "illegale".

Carceri, una marcia per la giustizia

Leggi tutto...Partirà alle 10 dal carcere di Regina Coeli a Roma la marcia del 25 aprile per "l'amnistia, la giustizia e la libertà". I Radicali Italiani, a pochi anni di distanza dalla prima imponente mobilitazione che poi portò all'approvazione dell'indulto del 2006, chiedono nuovamente al Parlamento di porre un freno al collasso del sistema carcerario italiano. Il fatto che si debba tornare a gridare per le strade le stesse cose già urlate sei anni fa non è certo un buon segno. Ci dice, in sostanza, che nulla è cambiato. Gli stessi aberranti numeri di allora incombono ancora oggi sulle patrie galere: 66.695 detenuti (dati del Dipartimento di Amministrazione Penitenziaria aggiornati al 31 marzo 2012) per una capienza massima di 45.743. Il patologico sovraffollamento degli istituti di pena si è oramai cronicizzato intorno al tasso del 150 per cento, in barba sia all'indulto che alle temutissime soluzioni "svuota carceri" dei ministri Alfano e Severino. 

Il Family day e il topo delle praterie

Leggi tutto...Le praterie del nord America sono state colonizzate da tempo immemorabile da un grosso roditore dalla folta peluria, che risponde al nome specifico di Microtus ochrogaster. Questa creatura ha acquistato negli ultimi anni una certa notorietà in molte comunità religiose del midwest nordamericano, in particolare tra i "new-born christians" e i "teocon". Infatti i predicatori evangelici che esortano i loro seguaci alle virtù della purezza e della verginità prima del matrimonio, e poi alla monogamia e alla fedeltà coniugale, additano spesso il Microtus ochrogaster come un segno che queste virtù cristiane sono praticate anche in natura. 

Pillola anti-Hiv: studio dimostra l'efficacia preventiva

Leggi tutto...(AGI) - New York, 18 apr. - La pillola anti-Hiv si dimostra efficace anche nella prevenzione. Lo dimostrano alcuni ricercatori della Stanford University in uno studio pubblicato sugli Annals of Internal Medicine. Secondo gli scienziati l'assunzione giornaliera di una pillola destinata al trattamento contro il virus dell'Hiv potrebbe rivelarsi efficace per la prevenzione tra i membri ad alto rischio della popolazione. Il farmaco, noto come tenofovir-emtricitabina, ha ridotto il rischio di infezione da Hiv di quasi il 50 per cento nel corso di una sperimentazione clinica tenuta nel 2010. Nei soggetti che hanno assunto il farmaco con sistematicita' la riduzione del potenziale infettivo si e' ridotta anche del 70 per cento. "La pillola, venduta con il marchio Truvada, e' utilizzata per il trattamento dei pazienti gia' infettati da Hiv, ma lo studio ha dimostrato che essa e' efficace anche nella prevenzione della diffusione della malattia", ha riferito Jessie Juusola, primo autore dello studio. 

Rudolf Dinu: «Rapporti culturali tra Italia e Romania? Una realtà fluida»

Leggi tutto...VENEZIA - «Una realtà fluida», quella dei rapporti culturali tra Italia e Romania, secondo il direttore dell'«Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica» di Venezia Rudolf Dinu. E cioé: «Ci sono momenti di straordinaria cooperazione, con progetti sia a livello nazionale che locale, e momenti di distacco». Il periodo, invece, è ottimo per l'Istituto. «Siamo coivolti in numerosi progetti: musica, spettacolo, teatro, arti visive e altro. Dal 2009 abbiamo portato la letteratura romena al salone internazionale del libro di Torino. Nell'edizione di quest'anno erano presenti aalmento 23 scrittori e letterati romeni. E 22 libri romeni sono stati tradotti in italiano da case editrici del belpaese». 

Da oggi in farmacia la pillola dei cinque giorni dopo

Leggi tutto...Arriva anche in Italia la pillola dei cinque giorni dopo per la contraccezione d'emergenza. Il nuovo farmaco a base di ulipristal acetato sara' disponibile nelle farmacie dal 2 aprile 2012. Per ottenere il farmaco occorre una ricetta medica non ripetibile e che prima della prescrizione il medico e' tenuto a verificare l'assenza di una gravidanza preesistente attraverso l'esito negativo di un test a base di beta Hcg. Test che la donna puo' effettuare anche con un semplice stick sulle urine reperibile nelle farmacie e non obbligatoriamente del sangue.

La delibera di autorizzazione dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) prevede infatti che la prescrizione sia preceduta dal riscontro di un test di gravidanza (a esito negativo) basato sul dosaggio beta Hcg, possibile anche con i classici stick.

Studiare in Italia e non far ridere all'estero: si può

Leggi tutto...Pezzi di carta di atenei italiani che, valutati all'estero, non fanno ridere a crepapelle. La notizia è che esistono, e che si possono ottenere con un po' di sacrificio. Certo, il sistema universitario italiano è valutato per ciò che è: il QS World University Ranking stima (dati 2011) che il primo ateneo nostrano sia l'Alma Mater di Bologna, che si piazza al 183° posto in una classifica mondiale dominata da Gran Bretagna (Cambridge, 1°; Oxford, 5°; Imperial College, 6°; UCL, 7°) e Stati Uniti (Harvard, 2°; Mit, 3°; Yale, 4°); Bologna è dietro diverse università del terzo mondo; e non sono presenti, nei primi 200 posti, altri atenei tricolori. 

Senza lavoro da mesi, operaio si dà fuoco

Leggi tutto...VERONA - Ha scelto, per darsi fuoco, il «salotto» cittadino: piazza Bra, a Verona, proprio davanti al municipio. Una mossa in un attimo, i vestiti cosparsi di benzina, l'accendino in mano e poi le grida dei passanti e il pronto intervento dei carabinieri. Ustioni alla testa e alle gambe, ma se la caverà: ora è ricoverato in psichiatria, all'ospedale di Borgo Trento.

Il il gesto del 27enne marocchino, avvenuto ieri, è l'ultimo caso di una serie di suicidi, tentati o "riusciti", che hanno coinvolto imprenditori, artigiani, operai e disoccupati, travolti da debiti, prestiti negati e ritardi nei pagamenti: il ragazzo, operaio edile in una cooperativa, non percepiva lo stipendio da quattro mesi.

Un fenomeno nazionale (è sufficiente ricordare la vicenda dell'imprenditore di 44 anni che si è impiccato nel Pescarese, il disoccupato 60enne che si è ucciso nel Tarantino o il commerciante che si è tolto la vita nel suo negozio di Corso Umberto a Napoli), ma particolarmente intenso nel Nord-est. 

Quando l'amore è business. A Dakar Casanova è femmina

Leggi tutto..."...When you're gonna stop breaking my heart/I don't wanna be another one/Paying for the things I never done/Don't let go/Don't let go/To my love.."

e quel suono di fisarmonica che ormai è diventato familiare alle mie orecchie. "Oddio" penso non appena mi accorgo che muovo la testa a ritmo e canticchio la canzone a pezzi "oddio no!!". Per un istante entro in crisi con me stessa, io che ho sempre mal sopportato la musica commerciale, ora mi ritrovo non solo ad ascoltarla ma anche a canticchiarla. No!! E' così tamarra, mi ricorda le discoteche di paese, quelle in cui i dj non smettono di parlare e sparano frasi del tipo 'su le mani, su, verso il cielo' e ancora 'adesso voglio sentire le donne, ci siete???' con urletti striduli e sgraziati a seguire o peggio ancora 'si vola, si va' e tutti in pista, esaltatissimi, bicchieri al cielo e conversazioni rigorosamente in dialetto. 

Mali, il golpe e la fame

Leggi tutto...Giovedì scorso, una giunta militare ha conquistato il potere in Mali dopo aver rimosso il presidente Amadou Toumani Touré, due volte democraticamente eletto alla guida del paese dell'Africa occidentale. Il nuovo regime degli ufficiali golpisti è stato immediatamente condannato da una comunità internazionale che da qualche giorno si sta muovendo per adottare iniziative volte a ristabilire la democrazia.

Alla base del rovesciamento del governo legittimo ci sono problemi di natura economica e sociale precipitati negli ultimi mesi, in particolare dopo la caduta del regime di Gheddafi in seguito all'intervento NATO dello scorso anno.

Il colpo di stato sembra essere scaturito da un'insurrezione dei militari in una caserma nella capitale, Bamako, mercoledì scorso.

Messico, né silenzio né indifferenza

Leggi tutto...CITTÀ DEL MESSICO (MESSICO), 13 MAGGIO 2012 - «Aiutami. Mi trovo in Messico e qui stanno succedendo cose orribili. Sabato scorso a Veracruz hanno ucciso una mia collega giornalista della rivista Proceso, per la quale scrivo anch'io. Si chiama Regina Martínez. È stata strangolata a casa sua e oggi, nello stesso Stato di Veracruz, hanno trovato i corpi di altri tre giornalisti. Qui in questo articolo si dice ancora che sono due, ma proprio adesso abbiamo saputo che sono tre, e c'è anche il corpo di un'altra persona, ma ancora non sappiamo se sia un giornalista. In questo articolo dicono che prima di essere uccisi questi giornalisti sono stati torturati e mutilati. In questo Stato, governato dal dicembre del 2010 da Javier Duarte, sono stati uccisi almeno 11 giornalisti. 

Esecuzioni, pochi paesi ma molte vittime

Leggi tutto...La mano del boia ha agito in pochi paesi nel corso del 2011. A prima vista questo dato, contenuto nel rapporto annuale di Amnesty International sulla pena di morte, reso noto ieri, potrebbe sembrare un passo in avanti. Tuttavia, sebbene gli Stati che usano ancora la pena capitale siano diminuiti di oltre un terzo rispetto a dieci anni fa, laddove si svolgono le esecuzioni il numero di condanne è allarmante. Inoltre nel report, spiega Amnesty, non sono incluse le migliaia di esecuzioni che si ritiene abbiano avuto luogo in Cina, dove non è possibile avere accesso a dati certi, e di quelle in Iran, dove la dimensione del problema potrebbe essere più alta di quella resa nota ufficialmente.

Nel 2011 solo il 10 per cento dei paesi, 20 su 198, ha eseguito condanne a morte. Le esecuzioni sono state almeno 676, mentre erano almeno 18.750, alla fine dell'anno, i prigionieri in attesa di essere giustiziati.

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per la profilazione e per migliorare l'esperienza di navigazione. Se non accetti l'utilizzo parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Per maggiorni informazioni leggi privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information