Safilo, è quasi rottura sindacato-azienda

safilo quasi rotturaLONGARONE – Lo strappo ancora non c'è stato, ma è certo che alla Safilo le cose abbiamo preso una brutta piega. La quadra tra azienda e sindacati, ieri a Longarone, non è stata trovata; e a detta di alcuni presenti, l'obiettivo è stato perso di vista nel corso di un'accesa discussione. «Un tavolo "caldo" – afferma Giannino Rizzo della Uilta Uil – con toni un po' sopra le righe e tensione. Visto come stavano andando le cose, abbiamo chiesto all'azienda di prendere una pausa di riflessione fino al termine della prossima settimana, e di inoltrarci nel frattempo testi con ipotesi di accordo». 

 

Di certo, una battuta d'arresto nella trattativa. Dopo l'annuncio- choc dell'11 maggio, quei mille esuberi riguardanti lo stabilimento di Longarone (550 su 1.200 dipendenti), Santa Maria di Sala (350 su 800) e Padova (100 su 800), la macchina delle soluzioni possibili sembrava in moto: il 23 maggio, l'azienda si dichiarava disponibile a non parlare più di licenziamenti, e la strada sembrava in discesa. Poi lo stallo, in apparenza dovuto allo scoglio delle modalità di applicazione del contratto di solidarietà. Ai sindacati non piaceva il modello proposto dall'azienda, con una distribuzione non troppo omogenea in rapporto agli stabilimenti; inoltre, la vicenda era complicata dalla formazione professionale: la solidarietà comporta la "fungibilità" dei lavoratori, cioè l'adattamento a diverse mansioni; la formazione può diventare un problema se i lavoratori iniziano il programma di solidarietà in tempi diversi.

In realtà la questione sembra più seria. «Si discute – concede Rizzo – di soluzioni a lungo termine, del post-solidarietà». Si discute, cioè, della ricollocazione dei dipendenti dopo le "pezze" della solidarietà e degli ammortizzatori sociali. Sul "come fare" perché i lavoratori restino tutti, o in gran parte, in Safilo. Nuovi brand? Investimenti? In qualche modo, il vuoto di produzione (35%) lasciato dalla perdita della licenza Armani (novembre 2011) va colmato. E qui le posizioni sono divergenti. «Spero – termina Rizzo – che i margini per un accordo ci siano ancora, dopo la pausa: altrimenti è il buio». Oggi ripartono le assemblee a Santa Maria di Sala. I sindacati fanno sapere che «se non verranno accolte le nostre proposte al prossimo incontro, siamo pronti ad avviare forti iniziative di lotta con il mandato dai lavoratori».

 

Marco de' Francesco

Corriere del Veneto

1 giugno 2012

 

 

articoli correlati

Safilo, annuncio choc: «Mille esuberi» 12 maggio 2012

Safilo, assemblea tesa a Padova. «Paghiamo errori gestionali» 17 maggio 2012

«Safilo riporti in Veneto produzioni dall'estero» 21 maggio 2012

Safilo, spunta piano anti licenziamenti 24 maggio 2012 



Aggiungi commento

E' materialmente impossibile controllare il contenuto dei commenti del nostro pubblico. Il sito conta ormai centinaia di pagine. Tuttavia, Idea Padova non intende diventare una palestra per offese personali né terreno per vendette private. Chi scrive commenti diffamatori se ne assume la piena responsabilità; chi dovesse inoltrarci materiale (articoli, commenti, immagini e video) illegale, sappia che sarà girato tale e quale all'autorità competente. Le persone offese da commenti diffamatori non rispondano con altri commenti, accettando così implicitamente lo scontro verbale; ma immediatamente inoltrino all'Editore una mail richiedendo la cancellazione del commento lesivo.

Netiquette: Post non accettati:

- «volgari» e/o «offensivi» e/o
- «razzisti» e/o «sessisti»
- «pornografici»
- «incomprensibili» (scritti cioè in italiano gravemente scorretto, senza punteggiatura, senza separazione delle parole...)
- «urlati» (ovvero scritti tutti in maiuscolo, che serve per mettere in evidenza una parola come se la si stesse dicendo ad alta voce)
- «spamming» (=messaggi pubblicitari)


Codice di sicurezza
Aggiorna

Watch live streaming video from ipreport at livestream.com

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per la profilazione e per migliorare l'esperienza di navigazione. Se non accetti l'utilizzo parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Per maggiorni informazioni leggi privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information