Cisco e H-Farm: la via italiana alle nozze tra startup e aziende

startup pixabayAl via il quarto programma di accelerazione di H-Farm, piattaforma di sviluppo di iniziative di trasformazione digitale per le aziende, dalla fase di pianificazione a quella di execution. Il progetto è stato messo a punto insieme a Cisco Italia, parte del gigante globalizzato del networking e dell'IT – che ci mette la tecnologia: il piano nasce con un'ottica Impresa 4.0, legata alla trasformazione e innovazione del business delle industrie a tutti i livelli. L'idea di fondo – che peraltro riflette ciò che deriva dai numeri dell'Osservatorio open innovation e corporate venture capital di Smau e Assolombarda – e è che non si tratta, per le imprese, di investire direttamente nel capitale delle startup, ma di favorire, per gli acceleratori, l'incontro tra quest'ultime e l'azienda, per risolvere una esigenza specifica, per lo più legata a nuovi business emergenti con la digitalizzazione. Non è mai stato tempo di Unicorn, nel Belpaese. La strada italiana al rapporto tra corporate e startup è tracciata. Peraltro se ne è parlato a Milano, a una tavola rotonda nella sede di H-Farm, dove sono stati peraltro illustrati due casi pratici, quello di Paglieri (industry) e quello di Bricocenter (retail).


CONTINUA SU INDUSTRIA ITALIANA


Marco de' Francesco

Industria Italiana

30 maggio 2018

ripubblicato il 19 agosto 2018

immagine gratuita pixabay






 

Aggiungi commento

E' materialmente impossibile controllare il contenuto dei commenti del nostro pubblico. Il sito conta ormai centinaia di pagine. Tuttavia, Idea Padova non intende diventare una palestra per offese personali né terreno per vendette private. Chi scrive commenti diffamatori se ne assume la piena responsabilità; chi dovesse inoltrarci materiale (articoli, commenti, immagini e video) illegale, sappia che sarà girato tale e quale all'autorità competente. Le persone offese da commenti diffamatori non rispondano con altri commenti, accettando così implicitamente lo scontro verbale; ma immediatamente inoltrino all'Editore una mail richiedendo la cancellazione del commento lesivo.

Netiquette: Post non accettati:

- «volgari» e/o «offensivi» e/o
- «razzisti» e/o «sessisti»
- «pornografici»
- «incomprensibili» (scritti cioè in italiano gravemente scorretto, senza punteggiatura, senza separazione delle parole...)
- «urlati» (ovvero scritti tutti in maiuscolo, che serve per mettere in evidenza una parola come se la si stesse dicendo ad alta voce)
- «spamming» (=messaggi pubblicitari)


Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per la profilazione e per migliorare l'esperienza di navigazione. Se non accetti l'utilizzo parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Per maggiorni informazioni leggi privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information